Thomas Hamlet Parigi 21 Dicembre 2018

Hamlet, un’opera poco eseguita. Penso che la difficoltà di esecuzione stia nel fatto che necessita di due fuori classe nei ruoli di Hamlet ed Ophelie e di altri tre cantanti che non possono rientrare in un discorso di bieca routine. Ho deciso di fare questa “trasferta” per ascoltare, nel ruolo di Ophelie, Sabine Devieilhe, soprano che sto seguendo con interesse da un po’ di tempo. Le aspettative non sono state tradite: quello che questa cantante fa con la sua voce ha del miracoloso. Totale omogeneità nei vari registri, sopracuti attaccati pianissimo, rinforzati e smorzati come se stesse giocando. Legato assoluto e sonorità che è qualcosa di più di quella di un coloratura puro. Ma oltre la voce qui ci sono delle grandi qualità interpretative. La sua scena che apre il secondo atto porta alle lacrime per non parlare della celeberrima pazzia che ha fatto venire giù il teatro. Si aggiunga una semplicità disarmante! Sembra di parlare con un’amica vista il giorno prima. Prossimo appuntamento con lei Sophie nel Rosenkavalier a Zurigo.

La sorpresa (una delle tante) è arrivata dal baritono Stephane Degout. Avevo ascoltato qualche sua registrazione ma, come sempre, dal vivo è un’altra storia nel bene o nel male: in questo caso nel bene!!!Il baritono del repertorio francese vuole grandi qualità sia dal punto di vista vocale che da quello interpretativo: lui comprende tutto ciò! Ha vissuto il dramma di questo personaggio in tutte le sue sfaccettature. Lo vedevo molto bene. Gestualità e mobilità del viso impressionanti e voce presente e tutta uguale dal grave all’estremo acuto. Che piacere ogni tanto poter constatare che gli artisti e le voci esistono ancora!

Nei ruoli non meno importanti di Gertrude e Claudius il mezzosoprano Sylvie Brunet ed il baritono Laurent Alvaro, due grandi vocalità e due ottimi interpreti. Hanno saputo ben sottolineare il tormento della loro colpa. Molto bravo anche il basso Jérôme Vernier nel ruolo del Fantasma del Re come pure il tenore dalla bellissima voce Julien Behr nel ruolo di Laerte. Bene anche le piccole parti: Kevin Amiel e Yoann Dubruque nei ruoli di Marcellus ed Horatius e dei due Fossayeur. Polonio era Nicolas Legoux.

Ottima la direzione di Louis Langree. Ottimo rapporto fra orchestra e palcoscenico. Stupendo l’assolo di sassofono previsto dalla partitura di Thomas che precede la scena della festa che chiude il secondo atto.

Veniamo allo spettacolo. Come ben sapete sono un portatore sano” di “passatismo” e non amo le trasposizioni e le modernità. Mi devo arrendere davanti ad uno spettacolo così bello ed intelligente. Palcoscenico con tre strutture mobili a formare i vari ambienti e due schermi, uno scorrevole ed uno fisso su cui proiettare primi piani degli interpreti ripresi da una piccola camera portata a mano da un tecnico ed altre immagini. Molto suggestiva quella di Ophelie annegata (scena girata da Sabine a Settembre scorso della quale ci aveva raccontato). In tutto ciò troviamo una regia intelligente dove, anche nel moderno, nulla andava spiegato. Tutto era chiarissimo e filava via liscio come l’olio. L’autore di questa regia di chiama Cyril Teste e si è avvalso delle scene di Ramy Fisher, dei costumi di Isabel Deffin e della Conception Video di Nicolás Doremus e Mehdi Toutain-Lopez. Devo dirlo andando contro i miei principi: questo spettacolo mi ha entusiasmato tanto che, se ne avessi la possibilità, mi fermerei o tornerei a sentire un’altra recita! Che mi stia modernizzando?😂🙀😎

Nelle foto: in alto ringraziamenti alla fine. In basso: Sabine Devieilhe e Stephane Degout

3 pensieri riguardo “Thomas Hamlet Parigi 21 Dicembre 2018

  1. Uno degli spettacoli più belli ed emozionanti visti ultimamente . Cast di altissimo livello , voci giovani e bellissime. Una Sabine Devieilhe assolutamente unica e commovente !!!!! Se trovo il biglietto torno il 29!!!!!

    Piace a 1 persona

  2. Grazie, è bello partecipare virtualmente agli spettacoli che descrivi ed essere aggiornati sui bravi artisti dello spettacolo lirico presenti sulla scena mondiale.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...