Arena di Verona Gala Jonas Kaufmann 17 agosto 2021

Finalmente sono riuscito ad ascoltare dal vivo il tanto discusso tenore Jonas Kaufmann. È stata una casualità un po’ rocambolesca. Sapevo, in quei giorni, di essere a Mantova (distante da Verona una quarantina di km) per le prove de L’Orfeo di Monteverdi ma non avevo la certezza di essere libero in quella data, in più, molto “carinamente” l’Ente Arena già da tempo metteva in vendita solo i biglietti più cari, cosa che mi aveva fatto desistere da qualsiasi tentativo. Come per magia il giorno del concerto è spuntata la vendita dei numerati di gradinata ad un prezzo accessibile quindi, sinceratomi di non avere prove, ho rapidamente acquistato il biglietto. La curiosità era molta. Arrivato a Verona sono rimasto molto colpito dalla presenza di un’orda selvaggia di tedeschi (…già…Kaufmann è tedesco) maleducati ed irrispettosi di qualsiasi regolamento (in Arena ho chiamato il personale di servizio per segnalare una scorrettezza cosmica…sono fatto così!). Il programma prevede anche la presenza del soprano viennese (a dispetto del nome) Martina Serafin e, in verità sembra si un programma interessante ma un po’ povero. Nella prima parte i due erano impegnati in gran parte del primo atto della Walküre wagneriana e la seconda parte repertorio italiano con musiche di Verdi, Puccini e Giordano. Certo, valutare una voce con l’acustica dell’Arena è improbabile ma sono lo stesso riuscito a farmene un’idea. Premetto che Kaufmann mi è sempre piaciuto fin dalla prima volta che l’ascoltai in TV nella Carmen che inaugurò la stagione della Scala nel 2009. A distanza di anni la voce si è scurita e Kaufmann ha affrontato un repertorio ancora più drammatico ma la cosa non ha per ora lasciato segni preoccupanti. Il tenore dimostra sicurezza in tutti i registri e, cosa per me impressionante, riesce a gestire straordinariamente le dinamiche da un pianissimo impalpabile (ma presente) ad un forte sonoro e generoso. Da non dimenticare le sue grandi capacità interpretative che completano il quadro. Una delle poche volte che ho ascoltato un “O tu che in seno agli angeli” rispettoso delle dinamiche e non berciato come spesso accade. Meno male che, piaccia o non piaccia, certi cliché interpretativi, forzati quando un cantante non sa o riesce a cantare piano (!), ogni tanto siano frantumati. Impressione totalmente positiva quindi nell’attesa di poterlo ascoltare in un teatro chiuso e con un’acustica adeguata.

Note felici anche per Martina Serafin da me finora ascoltata in solo registrazione, l’ultima volta in streaming da Vienna quale Marschallin nel Rosenkavalier. La voce è gradevole e più quella di un lirico spinto piuttosto che di un drammatico ma si destreggia assai bene nella prima aria di Lady Macbeth come pure nella “Mamma morta” e nel duetto finale di Andrea Chenier con Kaufmann. Da un direttore che dirige un concerto del genere ci si aspetta al massimo un buon “accompagnamento” delle voci. Jochen Rieder fa qualcosa in più e lo dimostra con uno sfavillante preludio al terzo atto del Lohengrin, una vigorosa sinfonia dalla Forza del Destino ed un commovente intermezzo dalla Manon Lescaut. Il livello dell’orchestra dell’Ente Arena in versione “vacanziera” (con elementi sicuramente aggiunti per avere una compagine più consistente) non è sicuramente eccezionale; a maggior ragione l’operato di Rieder è stato notevole. Alla fine si capisce il perché di un programma apparentemente scarno: Kaufmann ci regala una serie interminabile di bis. Da Nessun dorma a E lucevan le stelle, dalla Mattinata di Leoncavallo alla canzone Non ti scordar di me e via andare! La Serafin canta la bellissima aria di Giuditta di Lehar “Meine lippen sie küssen so heiß” ed insieme concludono con il celeberrimo duetto della Vedova allegra (rigorosamente in tedesco). Bellissima serata ed un po’ di musica dal vivo dopo tanta opera in televisione, cosa frustrante assai! Alla prossima!!! P.S. Chiedo perdono per la qualità delle fotografie ma la distanza non mi ha permesso di fare meglio!

2 pensieri riguardo “Arena di Verona Gala Jonas Kaufmann 17 agosto 2021

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...