Zürich Rossini La Cenerentola 5 Gennaio 2020

Passate (in parte) le preoccupazioni legate alla salute eccomi al primo “viaggio operistico” del 2020. Non avrei potuto iniziare meglio. Rossini. La Cenerentola. Un’opera che adoro e che, anni fa (non diciamo mai quanti) ho avuto la fortuna di cantare come Alidoro.

A dispetto di tutti i cartelli sparsi per la città che vietavano i fuochi d’artificio (vedi l’ultimo dell’anno), noi i fuochi d’artificio li abbiamo visti (sentiti!).

Premetto che, data l’età che mi ritrovo, ho avuto il bene di sentire nel ruolo della protagonista le più grandi dei miei tempi: Teresa Berganza e Lucia Valentini Terrani e mi permetto di aggiungere anche l’ungherese Julia Hamari, che non sfigura accanto alle precedenti. Nel ruolo di Ramiro il grande Luigi Alva, Ugo Benelli ed un ventitreenne sconosciuto Juan Diego Florez.

Qui a Zurigo la coppia di virtuosi era formata da Cecilia Bartoli e Javier Camarena. Zurigo è un po’ il regno della Bartoli e qui è molto amata. È vero, la voce non è grande ma quello che questa artista trasmette non ha prezzo. Nel l’interpretazione di questo ruolo esce vincente su tutti i fronti. Diamo per scontata (anche se così scontata non è) la coloratura strepitosa (dei veri fuochi d’artificio) ma la struggente malinconia che viene fuori dal suo “Una volta c’era un re…” come pure tutte le altre parti dove l’espressività deve prevalere hanno lasciato un segno indelebile nella mia memoria. Ci siamo trattenuti amabilmente con lei parlando di musica (tra l’altro le ho chiesto precisazioni su un’aria ascoltata a Parigi che conoscevo composta da Vivaldi e li risultava di altro autore, tal Giacomelli, e mi ha spiegato che è stato un omaggio successivo di questo compositore a Vivaldi stesso). Concludo affermando senz’ombra di dubbio che la Bartoli è una persona deliziosa.

Don Ramiro era Javier Camarena. È la terza volta che lo sento ed ogni volta è un’emozione grandissima. Ha tutto. Timbro stupendo. Gestione totale della voce grazie ad una tecnica perfetta. Mezzevoci (vere!) stupende. Acuti impressionanti per brillantezza e volume. Un boato con insistente richiesta di bis ha accolto la conclusione della sua aria. Sarà in autunno a Bergamo nel Marin Faliero. Finalmente in Italia!

Nel ruolo di Don Magnifico uno sbiadito Alessandro Corbelli (che ricordo splendido Dandini in gioventù). È un baritono. Manca il corpo vocale per questo ruolo. Crea comunque un personaggio abbastanza credibile ma si sente poco.

Dandini era Oliver Widmer. Voce, presenza scenica ma manca la precisione nelle agilità. Sotto questo aspetto Rossini non perdona.

Bellissima sorpresa il giovane basso russo Stanislav Vorobyov nel ruolo di Alidoro. Voce grande, bella e facilmente estesa e, nonostante il peso vocale, agilità molto precise. Bravo!

Strepitosa la coppia delle sorellastre Clorinda e Tisbe, rispettivamente Martina Jankova e Liliana Nikiteanu.

Alla direzione dell’orchestra La Scintilla, che vede strumenti antichi ai fiati e del coro dell’Opernhaus, Gianluca Capuano che, come a Parigi, sa cogliere i particolari e questo fa la differenza. Grande energia. Gesto preciso e sicuro (lo dico da ex orchestrale) e grande comunicativa. Ribadisco. Sono fiero di aver fatto musica con lui in passato. Bravo. Spero di poterlo presto applaudire ancora!

Bello ed elegante spettacolo di Cesare Lievi nato qui a Zurigo ai primi degli anni novanta. A tratti “strizza un po’ l’occhio” alla storica produzione di Jean Pierre Ponnelle ma mantiene in genere una sua originalità. Era evidente che la compagnia si divertiva un mondo e noi spettatori con loro! Bis fuori programma alla fine ed a sipario chiuso del celebre sestetto del “nodo”! Aprire il mio anno di ascoltatore con questo bellissimo Rossini mi ha fatto dimenticare per qualche ora tutto il brutto che mi è capitato ultimamente. Domani si torna alla realtà. Meno male che la musica c’è e mi aiuta sempre!

Gianluca Capuano

Cecilia Bartoli

Javier Camarena

Capuano Bartoli ed io!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...