Arena di Verona 1 agosto Verdi La Traviata

In un’Arena dove non sarebbe entrato più nemmeno uno spillo ho assistito ad una recita da ricordare per molti motivi!

Devo dire che due Traviate in un anno per me sono molte ma sono stato fortunato in tutti i due casi! A Novara Klára e qui a Verona Lisette Oropesa. Ero molto curioso di ascoltarla in questo ruolo. Si sa quanto Violetta sia amata dai soprani ma si sa anche quanto questo ruolo sia ostico. Lisette è stata a dir poco sorprendente. Brillante e agilissima nel primo atto ma con una giusta venatura di tristezza nell’aria. Lirica con giusti accenti drammatici nel secondo coadiuvata da un partner di eccezione (!) e totalmente drammatica nel terzo. Una lettura della lettera con tale proprietà di pronuncia a volte non la senti nemmeno da una cantante italiana; e così quando canta: non perdi una parola di quello che dice. Interpretazione scenica commovente scaturita da una voce sempre al servizio del personaggio. Chi continua a sostenere che lei sia un semplice soprano di coloratura per ruoli da soubrette non capisce nulla di vocalità prova ne siano i suoi recenti Masnadieri scaligeri. Brava Lisette! Non vedo l’ora di ascoltarti ancora e presto! Ci ha parlato di progetti italiani ma…fra due anni! L’importante è che i cantanti di questa levatura vengano ogni tanto da noi! Grazie!

Nel ruolo di Alfredo Vittorio Grigolo ha “gigioneggiato” tutto il tempo. Il timbro è accattivante ma, per la mia esperienza, la troppa enfasi denota sempre una notevole genericità interpretativa. Rimandato!

Ed ora mi tirerò dietro le ire dei puristi: Placido Domingo nel ruolo di Germont Père mi ha emozionato tantissimo! Il duetto con Violetta si è dipanato con una comunione d’intenti pazzesca e…tutto senza prove! Solo due anime artistiche come quelle possono arrivare a tanto. Ho riscoperto Di Provenza, aria che detesto cordialmente: la grande musicalità di Domingo me l’ha fatta rivalutare. E poi, parliamoci chiaro: quanti baritoni dei nostri tempi hanno fatto un carrierone pur essendo palesemente tenori? E la chiudo qui. Sono felice di averlo ascoltato ancora una volta perché l’emozione è sempre la stessa di quando lo applaudivo grande tenore!

Adeguato il resto del cast con due grandi professionisti ed amici nei ruoli di Annina e Giuseppe e del Commissionario: Daniela Mazzuccato, Max Renè Cosotti e Stefano Rinaldi Miliani con i quali in passato ho avuto il piacere di cantare!

Questa sera unica recita diretta dall’amico Marco Armiliato che ormai non mi sorprende più! Saper tenere insieme la compagine areniana senza prove se lo può permettere solo un grande professionista quale lui è curando anche le dinamiche, cosa che all’aperto non è poi così semplice! Un grande veramente!

Che dire dello spettacolo di Zeffirelli? Tutto il bene possibile ovviamente! La sua ricerca del particolare fa si che tu riesca, senza elucubrazioni di sorta, ad entrare nella storia narrata e nella vita dei personaggi. Consiglio chi ama l’opera veramente di approfittare delle recite che rimangono (Lisette ne fa ancora due!). Felice di aver assistito ad una serata che non dimenticherò sicuramente! Next!

Lisette Oropesa

Placido Domingo

Daniela Mazzuccato e Max Renè Cosotti

Marco Armiliato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...